giovedì 20 novembre 2014

Dal vetro sporco della mia auto

Bambine che si vendono sui marciapiedi.
Bambini con la mano tesa al semaforo.
Cani abbandonati.
Uomini con le tette che si esibiscono sotto i lampioni.
Uomini senza palle che vendono droga all'angolo.
Bambini nei cassonetti e immondizie per la strada.
Scippi, rapine e risse.
Ragazzini che fumano e sputano sui muri.
Vestiti tutti uguali e pensieri tutti uguali.
Ubriaconi alla guida che vanno a tutta birra.
Pensavo che lavando il parabrezza della mia auto
tutto questo sarebbe sparito.

(Arthur Rimbaud, Poesie)

1 commento:

Semplicemente Donna ha detto...

Ottima metafora di vita questa poesia di Rimbaud.Non si possono far andar via le brutture che vediamo intorno a noi se ,non c'e' da parte di tutti la voglia di cambiare.
Anche se datato questo post , lascio quì un mio pensiero ed un saluto.
Rosy

Posta un commento