lunedì 7 luglio 2014

I poeti scrivono di notte

Portami l'ultima candela
perché io possa scrivere
sotto il cielo di Firenze.
Tutto è immobile
mentre il mondo dolcemente
ha ormai chiuso le sue porte
e si culla nel suo oblio.
Tu portamela e basta
perché i pensieri
arrivano veloci con il vento 1aa92230626_43f23a6821
quando calano le tenebre,
loro non chiedono permesso
ma irrompono violenti distruggendo
gli argini del cuore.
Lascia che la mia penna 
non si fermi su questa carta
ma sempre in ogni modo
mi parli del bagliore delle stelle
e del buio intorno a me,
la luna sarà tacita testimone
al mio triste canto.
Portami l'ultima candela
perché io possa tentare
di inseguire le mie ombre,
approdare a una certezza
nell'oceano sconfinato
dei miei pensieri.

(M. D. P.)

Nessun commento:

Posta un commento