lunedì 17 settembre 2012

Tempo

Mare insondabile! le cui onde sono anni,
Oceano del tempo, le cui acque di profonda pena
sono salmastre per il sale delle lacrime degli umani.
Tu diluvio inarginabile, che nel tuo flusso e riflusso
cingi i limiti di ciò che è mortale,
e nauseato di prede, eppure gridi per una ancora,
e vomiti i tuoi relitti sulla sponda inospitale,
infido nella bonaccia, e terribile nella tempesta,
chi metterà gemme su di te,
mare insondabile?

tempo2

(P. B. Shelly, Poesie)

Nessun commento:

Posta un commento