giovedì 2 agosto 2012

Leda

Quando il dio nel suo affanno entrò nel cigno,
quasi si spaventò a trovarlo così bello;leda
confuso in lui scomparve, ma il suo inganno
già lo spinse ad agire, ancor prima di saggiare

i sensi del suo mai provato essere.
E già la donna, scoperta, nel cigno
riconobbe colui che a lei veniva
... e seppe subito ciò che chiedeva

e che la sua turbata resistenza
più non poté nascondere. Il dio scese
e vincendo la mano di lei sempre più debole

si lasciò andare nell'amata.
Solo allora gioì delle sue piume,
e nel grembo di lei fu vero cigno.

(Rainer Maria Rilke, Poesie)

Nessun commento:

Posta un commento