martedì 24 luglio 2012

T’adoro al pari della volta notturna

T'adoro al pari della volta notturna,
o vaso di tristezza, o grande taciturna!

E tanto più t'amo quanto più mi fuggi, o bella,
e sembri, ornamento delle mie notti,
ironicamente accumulare la distanza
che separa le mie braccia dalle azzurrità infinite.

Mi porto all'attacco, m'arrampico all'assalto
come fa una fila di vermi presso un cadavere e amo,
... fiera implacabile e cruda, sino la freddezza
che ti fa più bella ai miei occhi.

NotteStellataRodano

(Charles Baudelaire, Poesie)

Nessun commento:

Posta un commento