sabato 2 giugno 2012

La notte bella

Devetachi, il 24 agosto 1916

Quale canto s'è levato stanotte
che intesse
di cristallina eco del cuoreNotteStellataRodano
le stelle

Quale festa sorgiva
di cuore a nozze

Sono stato
uno stagno di buio

Ora mordo
come un bambino la mammella
lo spazio

Ora sono ubriaco
d'universo

(G. Ungaretti, L’allegria, Il porto sepolto)

Nessun commento:

Posta un commento