giovedì 3 maggio 2012

Frammento

Conosco la forza delle parole conosco lo scampanio delle parole
Non sono di quelle a cui plaudono i palchi
Son parole per cui le bare si slanciano
a camminare sui loro quattro piedini di quercia
Succede che le buttino via senza stamparle senza pubblicarle
Ma la parola galoppa con le cinghia tese
fa risonare i secoli e i treni strisciano
a leccare le mani callose della poesia
Conosco la forza delle parole. Sembra un niente
Un petalo caduto sotto i tacchi della danza
[...]

parole

(Vladimir Majakovskij, Poesia del Novecento in Italia e in Europa, a cura di Edoardo Esposito)

Nessun commento:

Posta un commento