mercoledì 28 marzo 2012

Sogno d’estate

Sulla riva desertabarbaro-vannuccio
del mio cuore di sabbia
a piccole onde si frange
il tuo amore salmastro;
onde incessanti
di malinconica gioia,
d’ingenua malizia
e di provocante dolcezza
che si versano in me
lentamente,
invadendomi l’animo
e inabissandomi in te
dentro me stesso.

(Vannuccio Barbaro, In vita postuma)

Nessun commento:

Posta un commento